Campionato regionale 2011

Analisi, interviste, curiosità sulla XIII edizione del campionato regionale Abruzzo e Molise di golf a cura di
Marco Tiezzi

Il Professore Convince.

Ce lo aspettavamo. A partire dalla determinazione con cui alla fine della prima delle due giornate, distaccato di cinque colpi dai primi ha dichiarato “me la gioco domenica prossima”.

Luigi Franchi detto “Il Professore” ha regalato al Circolo di Miglianico il titolo di seconda categoria con una prestazione al San Donato sempre all’attacco nonostante le difficoltà di un campo ostico in cui si gioca una volta l’anno, la concorrenza aquilana agguerrita ed il caldo che nelle ore pomeridiane si è fatto più intenso.

Franchi che ha scelto di viaggiare sacca in spalla sulle montagne russe di Preturo ha retto benissimo la pressione dimostrando superiorità tattica e sopratutto costanza di rendimento sulle prime e sulle seconde 9 che gli ha permesso di sopravanzare in gli avversari nonostante gli ex aequo della gara di giornata e del campionato.

Sempre all’attacco dicevamo, come sulla buca 10 quando con uno score provvisorio di -3 ed un tee shot finito in centro fairway ma dietro un gruppo di alberi a fare da ostacolo, invece di optare per un comodo lie up sceglie di giocare un colpo basso in mezzo ai tronchi trovando la strada del green e del par.

Rendimento ottimo anche sui green dove domenica, nonostante la lentezza e le ondulazioni degli stessi, Il Professore ha dimostrato di trovarsi perfettamente a suo agio interpretando ottimamente linee e forza.

Per il professore dunque, è stata una giornata magica che lo ha visto trionfatore oltre che della classifica finale anche della gara di giornata! Una vera macchina programmata per vincere.

Non resta che godersi questi 12 mesi da campione.

Il ritorno a casa del campione.

Il viaggio di ritorno dal San Donato in compagnia di mio figlio e del Campione è stata l’occasione  per fare il punto tecnico della gara e per commentare i risultati degli altri partecipanti.

Io ho capito che non era la mia giornata quando al par 4 della buca 2 ho spedito dal tee shot la mia Titleist numero 3 sulla provinciale Santi di Preturo – L’Aquila. Sfruttando la discesa ed il rimbalzo sullp fairway di asfalto è stata ritrovata al bivio per la SS. 80 per Teramo; mai fatto un colpo così lungo.

Poi alla buca 4 ho spedito altre 3 palle fuori limite segnando un risultato di 13 colpi. Sembravo Van De Velde alla famosa 18 dell’Open.

Gara finita naturalmente e allora tutto si è trasformato in una piacevole passeggiata per i saliscendi del campo.

Per mio figlio Stefano, 4º all’andata e che giocava per un risultato in terza categoria ha sicuramente influito negativamente la preoccupazione della ripresa della scuola il giorno dopo. Mah, ognuno ha i suoi di problemi, ma farei volentieri cambio con lui.

Per Antonietta Cinalli incontrata sul campo in una buca contigua, la gara è finita alla 5. Altra passeggiata.

È il bello delle gare medal.

Ma per Luigi no. Lui la gara l’ha vinta. E allora ho deciso di rivolgergli alcune domande.

D. La buca più facile di San Donato?

R. Quella appena giocata

D. La buca cha hai odiato a San Donato?

R. Quella da fare

D. La buca di Miglianico che proprio non risolvi.

R. ultimamente i Par 5

D. Il colpo più bello delle due domeniche di gara.

R. Il pitch basso tra le piante con palla a un metro dalla buca

D. Quello che potevi evitare anche solo di pensare?

R. Il drive in sicurezza alla 17, una ciofecata storica

D. Due episodi, uno simpatico ed uno fastidioso.

R. quello simpatico il ritrovamento della pallina scomparsa alla 2, quello fastidioso la lentezza esagerata del team davanti durante la prima giornata a Miglianico

D. Cosa cambierà dopo la vittoria?

R. Non lo so ma per ora chiamatemi campione!

Buon golf a tutti.

MT

One Response to Campionato regionale 2011

  1. Pingback: gara di circolo 2010 – aggiornamenti | maidiregolf.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>